Cosa fa DIVHI


“La mia idea nasce da un legame con una persona speciale. Francesco, mio fratello. Franci è autistico, ciò nonostante ha sempre rappresentato un esempio vincente da seguire nel mio percorso di crescita. Lui era però in una condizione differente dalla maggioranza degli altri suoi compagni di classe. Quando finì il liceo, ci trovammo davanti una domanda di non facile risposta. “Quali sono le attività che Franci potrà svolgere da oggi in poi?”

Matteo Colombino - CEO di DIVHI


Dalla lettura delle ultime indagini ISTAT risalenti al periodo 2004-2005 emerge che il 36,6% delle persone portatrici di una disabilità mentale sono in grado di far parte del mondo lavorativo, ma che solo l’1,5% di queste persone ha effettivamente una occupazione. Ad oggi infatti, sul territorio nazionale, vi è una estrema difficoltà nell’individuare e creare occupazioni lavorative per le persone adulte con disabilità mentale. Inoltre vi è la necessità di creare uno strumento valido che accompagni queste persone nel difficile passaggio dalla scuola dell’obbligo al mondo del lavoro.

DIVHI nasce dalla constatazione di questa difficile realtà e si propone come punto di incontro tra enti sociali, famiglie ed imprese, le quali, grazie a DIVHI, potranno incontrarsi, connettersi e valorizzarsi.


DIVHI è quindi una piattaforma web che permette di mettere in relazione tre differenti realtà:

  • le famiglie al cui interno sono presenti persone con disabilità intellettiva;
  • tutti gli enti sociali, cooperative, associazioni ed enti di formazione, che svolgono attività focalizzate sulla Sindrome di Down, Autismo ed Asperger;
  • le imprese interessate all’impiego di persone speciali.

 

I soggetti portatori di una disabilità intellettiva potranno visionare e accedere alle attività e progetti che gli enti sociali offrono.

Gli enti sociali avranno la possibilità di aggiornare il proprio profilo e mantenersi in contatto con i diversi operatori del settore e con le famiglie che a loro si rivolgono.

Agli enti sociali viene quindi offerto uno strumento che permette di organizzare al meglio le proprie attività e di seguire i propri utenti nel loro percorso di crescita.

Le famiglie, a loro volta, hanno la possibilità di visionare i progetti proposti dalle associazioni, valutarne l’efficacia ed ottenere un database storico delle occupazioni del figlio o della figlia.

In conclusione, DIVHI si propone come strumento per creare una community digitale che valorizzi il lavoro e le opportunità che gli enti sociali alle persone con disabilità intellettiva.